RSS

Quei disegni inediti del Prof. Dal Monte sulla bici di Moser

28 gen 2014

Un documento inedito e, per questo, eccezionale. È il disegno della bicicletta del Record dell'Ora utilizzata da Francesco Moser nel 1984. Si tratta del progetto ideale, piuttosto diverso, dalla realizzazione finale su cui il campione trentino avrebbe pedalato a poco più di un mese da quel disegno.

Ne abbiamo già parlato su cyclinside.com e su cyclemagazine.it. Non è proprio come poi sarebbe stata la bici, dicevamo, ma l'idea di come avrebbe dovuto essere. Poi è stata modificata per adattarla meglio e sfruttare anche quel che, al tempo, la tecnologia metteva a disposizione. Notate il manubrio, ad esempio, il Prof. Antonio Dal Monte, autore del disegno, lo aveva immaginato a doppia ala, “come un biplano”, visto che la sua esperienza deriva proprio dall'aeronautica (è pilota civile).

Poi c'è anche il progetto delle ruote lenticolari e anche uno studio del comportamento aerodinamico nelle varie situazioni di sollecitazione. Per prevedere tutto anche in caso di vento (come poi, in parte, è successo durante il secondo tentativo – comunque positivo – di Moser).

Ecco anche la testimonianza del Prof. Dal Monte in occasione della celebrazione dei trent'anni dal Record.

Il Prof. Dal Monte mostra il progetto della bicicletta. In apertura, un dettaglio dello sviluppo del manubrio.

Ecco la bicicletta originale del record. È nella casa di Moser, dove ha allestito un museo con i propri ricordi e quelli del fratello Aldo. Le biciclette sono esposte su una porzione di... pista.

Lo studio dell'aerodinamica applicata alle ruote lenticolari

La firma del Prof. Dal Monte in calce al disegno. La data dice 5 dicembre 1983. Il primo record sarebbe stato stabilito il 19 gennaio 1984, poco più di un mese dopo. Un lavoro eccezionale dl progetto alla bici.

NB:
In realtà l'immagine di Dal Monte che mostra il suo disegno non è inedita. È già stata pubblicata sul libro "Biciclette Italiane" edito da Bolis (Bergamo, 2011)